Parrocchia di Terme Vigliatore

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Parrocchia Santa Maria delle Grazie di Terme Vigliatore
E-mail Stampa PDF

Orario  delle SS. Messe

orarimesse


FESTIVI

ore 10.00 S. Maria delle Grazie

ore 11.30 S. Maria delle Grazie

ore 17.30 Chiesa dei Benedettini


ore 19.00 S. Maria delle Grazie

FERIALI

ore 19.00 Chiesa dei Benedettini


SABATO

ore 09.30 Cappella SS.Crocifisso (cimitero)


ore 19.00  Chiesa dei Benedettini


 
E-mail Stampa PDF

Lectio Divina 

Domenica  20 maggio-  Tratto dal sito  dell'Ordine dei Carmelitani

 

La testimonianza dello Spirito santo
e la testimonianza dei discepoli
Giovanni 15, 26-27. 16, 12-15

1. Orazione iniziale

Quando verrà il Consolatore, o Padre mio? Quando mi raggiungerà il tuo Spirito di verità? Il Signore Gesù ce lo ha promesso, ha detto che lo avrebbe mandato dal tuo grembo fino a noi. Padre, spalanca allora il tuo cuore e invialo dai cieli santi, dalle tue alte dimore! Non tardare più, ma adempi la promessa antica; salvaci oggi, per sempre! Apri e libera il tuo Amore per noi, perché anch’io sia aperto e liberato da te, in te. Questa tua Parola di oggi sia il luogo santo del nostro incontro, sia la stanza nuziale per l’immersione in te, o Trinità Amore! Vieni in me e io in te; abita in me e io in te. Rimani, Padre! Rimani o Figlio Gesù Cristo! Rimani per sempre, Spirito Consolatore, non lasciarmi più! Amen.

2. Lettura

a) Per inserire il brano nel suo contesto:

I pochi versetti che la liturgia ci offre oggi per la meditazione appartengono al grande discorso di addio rivolto da Gesù ai suoi discepoli prima della Passione, che Giovanni estende da 13, 31 fino alla fine del cap. 17. Qui Gesù comincia a parlare delle conseguenze inevitabili della sequela e della scelta di fede e amore per Lui; il discepolo deve essere pronto a soffrire persecuzione da parte del mondo. Ma in questa lotta, in questo dolore, c’è una Consolazione, c’è un Difensore, un Avvocato che testimonia per noi e ci salva: il dono dello Spirito illumina la vicenda umana del discepolo e la ricolma di speranza viva. Egli è inviato per farci comprendere il mistero di Cristo e per renderci partecipi di esso.

b) Per aiutare nella lettura del brano:

15, 26-27: Gesù annuncia l’invio dello Spirito santo, quale Consolatore, quale Avvocato difensore; sarà Lui ad agire nel processo accusatorio che il mondo intenta contro i discepoli di Cristo. Sarà Lui a renderli forti nella persecuzione. Lo Spirito rende testimonianza al mondo riguardo al Signore Gesù; egli difende il Cristo, contestato, accusato, rifiutato. Ma è necessaria anche la testimonianza dei discepoli; lo Spirito deve servirsi di loro per proclamare con potenza il Signore Gesù in questo mondo. E’ la bellezza della nostra vita trasformata in testimonianza d’amore e fedeltà a Cristo.
16, 12: Gesù pone i suoi discepoli – e quindi anche noi – di fronte alla loro condizione di povertà, di incapacità, per la quale non è loro dato di comprendere molto né delle parole di Gesù, né delle parole della Scrittura. La sua verità è ancora un peso, che non possono ricevere, sollevare e portare.
16, 13-15: In questi ultimi versetti, la Parola di Gesù rivela ai discepoli quale sarà l’azione del suo Spirito nei loro confronti. Sarà Lui a guidarli in tutta la verità, cioè farà loro comprendere il mistero di Gesù in tutta la sua portata, nella totalità della sua verità. Egli guiderà, rivelerà, annuncerà, illuminerà, portando a noi discepoli le parole stesse del Padre. E così saremo condotti nell’incontro con Dio; per grazia saremo resi capaci di comprendere le profondità del Padre e del Figlio.

c) Il testo:

15, 26 Quando verrà il Consolatore che io vi manderò dal Padre, lo Spirito di verità che procede dal Padre, egli mi renderà testimonianza; 27e anche voi mi renderete testimonianza, perché siete stati con me fin dal principio.
16, 12 Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. 13Quando però verrà lo Spirito di verità, egli vi guiderà alla verità tutta intera, perché non parlerà da sé, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annunzierà le cose future. 14Egli mi glorificherà, perché prenderà del mio e ve l'annunzierà. 15Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà del mio e ve l'annunzierà.

3. Un momento di silenzio orante

Ho letto il brano, ho cercato di comprendere la sua struttura, di afferrare le parole di Gesù, di entrare in contatto con le presenze che qui mi vengono offerte. Ora mi fermo, mi soffermo. Cerco di aprire ancora di più il mio cuore, la mia mente, tutto il mio essere, perché questo incontro con il santo evangelo di Gesù sia incontro d’amore, d’amicizia vera, di trasformazione. Faccio silenzio. Ripeto solo: “Vieni Spirito santo”. Di tanto in tanto, posso intervallare questo spazio di silenzio e ascolto, cantando sottovoce queste parole: “Manda il tuo Spirito e rinnova la terra”. Mi faccio terra silenziosa, terra in attesa…

4. Alcune domande

Adesso mi lascio scrutare dallo sguardo del Padre, mi lascio raggiungere dalla Presenza viva del Figlio, mi lascio avvolgere dal fuoco purificatore dello Spirito santo. Davanti alla Parola del Signore non voglio fuggire, né nascondermi; anzi, desidero

Leggi tutto...
 
E-mail Stampa PDF

Pentecoste - B

Dio ha creato il mondo come una grande orchestra che al principio dei tempi stava accordando i suoi strumenti per l’inizio dell'opera; ma prima che giungesse il Maestro concertatore e direttore per l’accordo decisivo, si è introdotta una dissonanza. E così, da quel momento, ognuno per conto proprio, ha cominciato a suonare una nenia monotona, un pesante interminabile solfeggio senza senso, dove ogni nota è affermata come per se stessa, e resta sola con se stessa, senza sapere chi è. E così l’orchestra del mondo è come una grande Babele: una confusione di lingue e di suoni, in ultima analisi "una cacofonia", piena di stecche. Un insieme di note umane, staccate l’una dall’altra, senza una melodia affettiva ed effettiva che le ricolleghi.E tutto è continuato così fino all’arrivo del “direttore”, che, solo, domina la partitura. Entrando nel mondo ha ristabilito in se stesso la musica, l'armonia del mondo; entrando nel grembo di una donna, ha restituito un destino di armonia al mondo: “Ave generosa - generosa perché generatrice - il tuo grembo esultò di gioia, quando tutta la celeste Sinfonia risuonò da te” (Santa Ildegarda di Bingen).Entrando nel mondo dentro il grembo di una donna, Cristo ha ristabilito in sé un punto affettivo che ri-armonizza le note del mondo. Infatti non appena la sua "bacchetta" si alza, al suo cenno la nostra disarmonia comincia a diventare la sua sinfonia.Oggi, giorno di Pentecoste, facciamo memoria del momento in cui la sinfonia di Cristo, la sinfonia che è Cristo, la sinfonia che siamo diventati noi, ha iniziato a suonare e a diffondersi stabilmente nel mondo, come storia di un popolo.Lo Spirito che oggi discende dal cielo, eseguendo il "suono di Cristo", dentro una compagnia umana, non è un "alito sospeso" sul mondo, non è un vago spiritualismo sentimentale, ma, come un giorno dentro il grembo della Beata Vergine Maria, si fa materia, materia di santità - “Tu materia sanctitatis”, afferma Santa Ildegarda di Bingen, nel citato inno -, perché lo Spirito si fa materia di santità, cioè compagnia umana dove l'armonia di Cristo risuona sui volti di coloro che Gli appartengono. “Non vi lascerò orfani; tornerò a voi”, ritroverete il Padre. Lo Spirito del Padre e di Cristo che abbracciando ogni cosa, conosce ogni voce, conosce tutte le nostre circostanze "balbettanti", e le trasforma in opera concreta che prolunghi nel mondo la sinfonia di Cristo.Si fa opera concreta, sacramento di unità: “battezzati in un solo corpo”, battezzati, cioè immersi l’uno nell’altro nella diversità di carismi e ministeri; messi insieme, ognuno con la diversità del proprio strumento per l’unica melodia divina, una melodia che incanti e affascini il mondo con il suono infuocato della Liturgia, nella quale principalmente rifulge il fascino e la bellezza dello Spirito, e con quella prossimità ad ogni fratello, che

Leggi tutto...
 
E-mail Stampa PDF

Adorazione Eucaristica

 

SS. Sacramento

Tutti i Giovedì

Chiesa Santa Maria delle Grazie

ore 16.00 - 19.00

Adorazione Eucaristica

Un momento privilegiato per riscoprire il valore della preghiera

e per vivere istanti di comunione davanti a Gesù Eucarestia

S.Messa

Lectio Divina
 
E-mail Stampa PDF

Santa Teresa d’Avila

Santa Teresa d'Avila Nata nel 1515, fu donna di eccezionali talenti di mente e di cuore. Fuggita da casa, entrò a vent’anni nel Carmelo di Avila, in Spagna. Faticò prima di arrivare a quella che lei chiama la sua «conversione», a 39 anni. L’incontro con alcuni direttori spirituali la lanciò a grandi passi verso la perfezione. Nel Carmelo concepì e attuò la riforma che prese il suo nome. Unì alla più alta contemplazione un’intensa attività come riformatrice dell’Ordine carmelitano. Dopo il monastero di San Giuseppe in Avila, con l’autorizzazione del generale dell’Ordine si dedicò ad altre fondazioni ed estese la riforma anche al ramo maschile. Fedele alla Chiesa, nello spirito del Concilio di Trento, contribuì al rinnovamento dell’intera comunità ecclesiale. Morì a Alba de Tormes (Salamanca) nel 1582. Beatificata nel 1614, venne canonizzata nel 1622. Paolo VI, nel 1970, la proclamò Dottore della Chiesa

Santa Teresa d’Avila e il Castello Interiore Nel Libro Teresa descrive il percorso verso la preghiera, percorso fatto di fatiche ma anche segnato dalla gioia e dalla consolazione ,la strada del cammino per entrare al centro di noi stessi. L’anima comincia il suo percorso e passa attraverso “le sette dimore” o le sette stanze.
Nel Castello interiore Teresa delinea il celebre itinerario dell’anima nelle sue sette dimore interiori, alla ricerca dell’unione perfetta con Dio, che abita nel profondo di noi stessi. Grado per grado, spinta dall’amore e dal desiderio di verità e libertà, la coscienza si purifica, trova consolazione, giunge alla pace e alla gioia perfetta.

Scarica il testo "Il Castello Interiore" Scarica le schede  Scheda 1 - Scheda 2 - Scheda 3.

.

 
E-mail Stampa PDF

Programma Religioso Festa patronale 2017

SS Maria delle Grazie

Dall'1 al 12 Settembre
Ore 18.00 S. Rosario • Catechesi: «Leggiamo la Bibbia», Supplica a Maria Santissima delle Grazie.
Ore 19.00 Celebrazione eucaristica.
A seguire Esposizione del Santissimo.
Ore 20.30 Benedizione eucaristica.

Domenica 10 Settembre
Ore 10.00 Celebrazione eucaristica - Chiesa S. Maria delle Grazie.
Ore 16.00 Trasferimento dell'effige della Modonna per via Badia, via Amendola, Ponte Termini per l'omaggio floreale. Trasferimento dell'effige di S. Biagio attraverso Salirà. Ore 18.00 S. Rosario e celebrazione eucaristico presso l'Arena Lungomare Marchesana.
Benedizione della propria Bibbia.

Mercoledì 13 Settembre
STORICA FIERA DI TERMINI

Ore 07.30 Celebrazione eucaristico e benedizione della Fiera
09.30/11.00/19.00 Celebrazione eucaristica

Giovedì 14 Settembre
ESALTAZIONE DELLA S. CROCE

Ore 19.00 Celebrazione eucaristica.
Ostensione della reliquia della Santa Croce e benedizione del basilico.

Venerdì 15 Settembre
SOLENNITÀ DI MARIA SANTISSIMA DELLE GRAZIE,CELESTE PATRONA DI TERME VIGLIATORE

Ore 07.30/08.30/09.30/11.00 Celebrazione eucaristica
Ore 16.00 Processione con la venerata immagine della Madonna lungo il tradizionale percorso.
Ore 21.00 S. Messa - Parco dei Benedettini.

Venerdì 22 Settembre
OTTAVA DELLA FESTA PATRONALE

ore 19.00 Celebrazione eucaristica e consegnadei premi.

Sabato 23 Settembre
FESTA DI SAN PIO DA PIETRELCINA

Ore 18.30 S. Rosario e Celebrazione eucaristica Chiesa S. Maria delle Grazie.

Ultimo aggiornamento Martedì 08 Agosto 2017 10:43
 
E-mail Stampa PDF

Programma delle manifestazioni socio culturali Festa Patronale 2017

Lunedì 11 Settembre
Ore 21.00 MESSINA BRASS BAND (Gruppo musicale) offerto dall'amministrazione comunale

Dal 12 al 15 Settembre
Apertura degli Stand della Fiera di Terme dalle ore 17.00 alle ore 24.00

Martedì 12 Settembre
Ore 21.00 TEATRO - Ettore Petrolini - «ERMELINDA» offerto dall'amministrazione comunale

Mercoledì 13 Settembre
Ore 07.00 Spari a colpi di cannone. Inizio plurisecolare Fiera di Terme. Mattina Sagra del dolce. La raccolta sarà devoluta in beneficenza.
Ore 21.00 SERATA MUSICALE con Miriam Masala, Davide Merlini e con la partecipazione straordinaria del Rumorista Alberto Caiazza

Giovedì 14 Settembre
Ore 21.00 CONCERTO Bianca Atzei
in "BIANCA LIVE TOUR 2017".

Bianca Atzei

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Venerdì 15 Settembre
Ore 07.00 Spari a colpi di cannone.
Ore 09.00 Esibizione della Banda musicale «GIUSEPPE VERDI» nei quartieri cittadini.
Ore 23.55 Estrazione finale LOTTERIA FESTA PATRONALE Manifestazione di sorte locale DPR 430/2001

Segue lo spettacolo pirotecnico della Ditta VITO COSTA E FIGLI - Barcellona PG. Illuminazione artistica della Ditta RAIMONDO PIRRI

Ultimo aggiornamento Martedì 08 Agosto 2017 11:29
 
  • «
  •  Inizio 
  •  Prec. 
  •  1 
  •  2 
  •  3 
  •  4 
  •  5 
  •  6 
  •  Succ. 
  •  Fine 
  • »


Pagina 1 di 6

Utenti : 1
Contenuti : 155
Link web : 21
Tot. visite contenuti : 308861